È il social network più usato dai Millennials, o generazione X, vale a dire i giovani di età compresa fra i 16 e i 35 anni, e la sua caratteristica principale è quella di veicolare contenuti video o d’immagine che dopo 24 ore vengono cancellati. Di cosa stiamo parlando? Ma è ovvio, di Snapchat, il nuovo social basato su contenuti real che offre l’immediatezza e spontaneità di un instant messenger, unite alla possibilità di utilizzare filtri e strumenti di personalizzazione, fra cui gli stickers.

Ma quello che differenzia veramente questo social da tutti gli altri sono soprattutto gli elevati tassi di coinvolgimento e conversione: pur contando infatti su meno utenti dei progenitori Facebook, Instagram e Twitter, è stato osservato come spesso Snapchat, quando utilizzato da brand ed aziende, sia in grado di creare community con livelli molto elevati di engagement.

Alla luce di ciò, avrete già compreso quanto questo network, se utilizzato bene, possa rivelarsi utile per raggiungere i propri utenti reali e potenziali. Ecco allora di seguito 5 consigli su come usare Snapchat per promuovere il vostro albergo. Pronti? Allora cominciamo.

1 Condividere la quotidianità del vostro hotel

Avete mai visto gli snap di qualche grande catena come ad esempio Marriot e Four Seasons? Se non li avete mai visti, vi spieghiamo subito di cosa si tratta: i big dell’hospitality utilizzano spesso Snapchat per raccontare cosa succede quotidianamente nei loro alberghi. Può capitare quindi di vedere cameriere, barman, fattorini e perfino direttori di hotel intenti a fare il loro lavoro sotto l’occhio indiscreto della telecamera. Allora perché non farlo anche voi? Meglio se nelle immagini postate sono coinvolti anche gli stessi ospiti: in questo modo, darete all’utente un piccolo assaggio di quella che è la vita dentro l’hotel meglio di quanto qualunque messaggio pubblicitario possa fare.

Chiaramente, oltre ai momenti di vita quotidiana, si possono postare anche altri eventi live, come ad esempi feste, aperitivi e party in piscina: non dimenticate infatti che il target di Snapchat di regola non supera i 35 anni dunque offrire anche un po’ di intrattenimento puro non guasta!

2 Mostrare ciò che avviene dietro le quinte

Snapchat consente di creare contenuti divertenti e sfiziosi che hanno il vantaggio di essere di breve durata: potreste sfruttare dunque l’aspetto dell’immediatezza e della spontaneità per far vedere al vostro pubblico   anche il lato più umano della vostra struttura, vale a dire il dietro le quinte di ciò che di norma si vede. Ad esempio, una bella idea potrebbe essere quella di realizzare dei video o delle immagini sui vostri dipendenti in pausa relax, oppure il backstage della preparazione di un evento: così facendo il vostro messaggio sarà ancora più diretto, autentico e coinvolgente e permetterete alle persone che vi seguono di conoscere alcuni degli aspetti che vi caratterizzano, ma in modo divertente e informale. A questo scopo potrebbe esservi utile leggere un articolo che abbiamo già pubblicato su questo blog dal titolo “Come realizzare contenuti video efficaci” in cui si parla anche di video destinati a Snapchat e alla funzione Snapchat Stories.

3 Creare delle offerte flash

L’uso di Snapchat per inviare delle offerte veloci non è nuova, già la stanno usando noti brand allo scopo di incrementare la conversione sfruttando la leva emotiva della breve durata della promozione. In che modo quindi potreste usare anche voi questo tipo di iniziativa? Postando ad esempio un coupon sconto dedicato a degli utenti selezionati che vi seguono su questo social, sottolineando che esso sarà visibile solo per 24 ore, dopodiché non potrà più essere utilizzato. Non siate scettici verso questo tipo di iniziative, il pubblico di Snapchat già è avvezzo a questo genere di offerte, dunque le risposte non tarderanno a venire.

4 Lanciare un concorso a premi

Una cosa è certa: chi utilizza Snapchat ama dilettarsi nella creazione di contenuti originali e talvolta bizzarri. Perché allora non sfruttare questo aspetto per promuovere il tuo hotel? Come? Un modo molto efficace potrebbe essere quello di lanciare un concorso a premi rivolto a coloro si cimenteranno nel realizzare video ed immagini sulla destinazione in cui vi trovate, oppure quanti saranno più capaci di cogliere con una foto storia ed identità della vostra struttura. In questo caso, l’invito sarà rivolto soprattutto a chi già vi conosce e ha soggiornato da voi: ecco dunque che Snapchat può rivelarsi anche un utile strumento di fidelizzazione, soprattutto se avete una clientela giovane che ama interagire con voi e con altre persone attraverso i social. Per i premi non avete che l’imbarazzo della scelta: sconti, ingressi gratuiti alla SPA se ce l’avete o un menù particolare al vostro ristorante!

5 Usare Snapchat per fare branding

Questo quinto consiglio rappresenta in un certo senso la somma di tutti gli altri: è chiaro infatti utilizzando Snapchat non incrementerete del 50, o del 20 per cento, il numero delle prenotazioni, ma questo vale anche per tutti gli altri social. Quello che vi permette di fare un social di questo tipo è di rendere maggiormente visibile il vostro brand. Non solo, per certi aspetti vi permette anche di connpotarlo: soprattutto se nel vostro target ci sono anche i Millennials, utilizzare Snapchat si rivela infatti doppiamente utile  dal punto di vista del fare branding perché vi farà apparire molto più interessanti e vicini al loro stile di vita.

E per quello che concerne i contenuti? Come per gli altri social, anche per Snapchat le  regole da seguire sono sempre le stesse: tutti i video e le immagini che postate dovranno parlare di voi. Dunque la prima cosa da fare è chiedersi:

  • quali sono le caratteristiche del mio hotel?
  • perché alcune tipologie di ospiti dovrebbero scegliere me e non i miei competitors?
  • che cosa rende unica la mia offerta rispetto a quella di tutte gli altri hotel concorrenti?

L’analisi del proprio target, attuata anche con strumenti che consentano di conoscere il sentiment dei clienti, vale a dire cosa pensano di voi i vostri stessi utenti, si rivela sempre una parte  fondamentale di ogni strategia di social media marketing, unita ovviamente all’analisi dei propri competitors e dall’uso che essi fanno degli stessi social.