Mancano ormai poche settimane alle festività pasquali e di sicuro molti di voi si staranno chiedendo come promuovere le prenotazioni per Pasqua nel vostro hotel: ecco allora una serie di consigli pratici per incrementare le vendite in questo periodo dell’anno.

Tanto per cominciare, tenete presente che quest’anno le vacanze pasquali durano dal 29 marzo al 3 aprile, periodo caratterizzato ancora da tempo incerto che potrebbe scoraggiare alcune persone a partire: come prima cosa, dunque, prima di mettere in campo qualunque strategia, dovrete avere ben chiaro il segmento di target cui vi volete rivolgere.

Un aiuto concreto, in questo caso, è rappresentato dal guardare le caratteristiche degli utenti che hanno prenotato nello stesso periodo nell’anno negli anni precedenti.

Poi naturalmente dovrete individuare gli obiettivi che intendete raggiungere: anche se, infatti, il più delle volte lo scopo più importante di una strategia di marketing è quella di aumentare le vendite, in altri casi potrebbe invece essere più proficuo puntare ad una maggiore fidelizzazione dei propri ospiti e ad una crescita della reputazione online anche perchè questo influisce positivamente sulla disintermediazione. Come? Ad esempio, rafforzando la propria presenza sui social con azioni volte soprattutto a rafforzare l’engagement, come ad esempio la promozione di un contest online a tema pasquale.

Tuttavia, una delle azioni più utilizzate dagli hotel per incrementare le vendite nel periodo pasquale è quella del lancio di un’offerta speciale o di un pacchetto, da promuovere attraverso una strategia multicanale che preveda:

  1. La creazione di una landing page sul sito del vostro hotel dedicata alla vostra offerta;
  2. L’invio di una newsletter ad un elenco profilato di contatti;
  3. La pubblicazione di post ad hoc sul vostri profili social, facendo ricorso se necessario a una o più sponsorizzazioni per promuovere adeguatamente l’offerta;
  4. La realizzazione di campagne Adwords o Retargeting per portare più traffico alla pagina del vostro sito dedicata all’offerta e favorire così la conversione.

Vediamo ora nel dettaglio alcune campagne realizzate da hotel durante il periodo pasquale, cercando di capire qual è la strategia migliore che dovrete utilizzare per aumentare le prenotazioni per Pasqua e Lunedì dell’Angelo nella vostra struttura.

1 Creare un’offerta di soggiorno completa ed invitante

Vi presentiamo di seguito alcuni esempi di offerta di soggiorno per il periodo pasquale realizzato da hotel in questo periodo.

Si tratta, in entrambi i casi, di offerte che contengono:

  • una descrizione abbastanza esaustiva dei servizi dell’hotel e delle sue caratteristiche (ad esempio, per l’hotel di Livigno, il fatto di trovarsi vicino alle piste da sci);
  • alcuni vantaggi di tipo economico per chi effettua la prenotazione: ad esempio, nella seconda landing relativa all’hotel di Riccione, i bambini gratis fino ad 8 anni, nella prima il centro benessere gratis per chi prenota dal sito, utile anche per favorire le prenotazioni dirette;
  • soprattutto per l’hotel romagnolo, anche una serie di proposte di attività extra da fare che vanno  a stuzzicare l’interesse del segmento di target di riferimento.

Il fatto di proporre attività aggiuntive diventa molto importante soprattutto quando la Pasqua come quest’anno cade in un data in cui è ancora lontana l’alta stagione: in questo caso, quindi, soprattutto le strutture che si trovano in località marittime, dovrebbero cercare di proporre ai propri ospiti anche forme di intrattenimento alternative a quelle consuete.

Dal punto di vista della forma grafica, pur essendo senza dubbio migliorabili, queste offerte presentano tuttavia degli elementi a favore come il fatto di avere ben in vista i contatti cui prenotare, i pulsanti con l’invito all’azione e, sempre nel caso di quello di Riccione, anche un elemento di prova sociale come la recensione positiva pubblicata da uno degli utenti su Trip Advisor.

2 Presentare sconti e vantaggi economici allettanti

Nel caso di un segmento di utenti molto sensibili al prezzo, di sicuro anche un’offerta per il periodo pasquale che preveda la possibilità di uno sconto allettante può rivelarsi una strategia vincente. In questo caso una delle strategie possibili è quella di proporre un early booking, vale a dire una percentuale di sconto applicabile solo a coloro che prenotano entro una certa data prima della festività in questione.

Quest’offerta prenota prima, ad esempio, mette ben in evidenza il vantaggio di prenotare con anticipo la propria vacanza di Pasqua (350 € anzichè 400 € a persona a camera per un soggiorno minimo di 3 notti); presenta inoltre alcuni servizi aggiuntivi gratuiti inseriti nel pacchetto (drink di benvenuto, parcheggio in struttura, late check out alla fine del soggiorno e così via) più una descrizione completa di tutti i servizi offerti dalla SPA e messi a disposizione gratuitamente ai clienti dell’hotel che aderiscono alla promozione.

In questo secondo esempio di early booking per il periodo pasquale, relativo ad un B&B del Vomero (Napoli), oltre a fornire anche alcuni suggerimenti di soggiorno nel capoluogo campano, si forniscono anche alcune indicazioni sulla struttura, fra cui il fatto che ha subito recenti lavori di ristrutturazione e che i suoi ambienti sono eleganti e dotati di ogni comfort. Utile anche l’aver messo a destra il pulsante “calcola il tuo preventivo” che permette all’utente di collegarsi direttamente col sistema di prenotazione online dell’affittacamere.

Ovviamente la scelta delle percentuale di sconto da applicare dipende dalla vostra curva di domanda e dall’occupazione attesa per quel periodo sulla base dell’analisi delle prenotazioni registrate nello stesso periodo negli anni precedenti (se volete approfondire questo argomento vi consigliamo di leggere il post “Come fare la segmentazione dei prezzi delle camere“).

In questo ulteriore esempio di landing e newsletter pasquale vediamo invece, dopo una breve descrizione della struttura e dei suoi servizi (giardino, spa, ecc), la presentazione di tutte le varie offerte previste per quel periodo in modo da dare gli utenti un ampio ventaglio di scelta.

L’ultimo esempio di offerta in hotel per il periodo pasquale consiste infine nel rilascio di un coupon personalizzato da spendere successivamente per un soggiorno in una delle struttture del gruppo.

3 Sfruttare i social per coinvolgere gli ospiti

Anche i social possono essere un valido strumento per intercettare gli ospiti, ricordare loro che ci siete e convincerli a prenotare da voi la loro vacanza per le prossime festività di Pasqua e Lunedi dell’Angelo. Già ma come fare?

Un consiglio che possiamo darvi è quello di fare tanto storytelling legato sia alla vostro brand sia alla destinazione in cui vi trovate puntando soprattutto al coinvolgimento emozionale: “Il marketing non si basa più sulle cose che fai, ma sulle storie che racconti”, afferma infatti Seth Godin e questa è una massima da cui vi consiglio di trarre spunto per la gestione dei vostri social!

Iniziate dunque a prevedere post che parlano delle tradizione pasquale nella vostra località, utilizzando video e foto che siano in grado di coinvolgere ed emozionare, oppure condividere con i vostri utenti qualche segreto, come ad esempio la ricetta del vostro chef del piatto clou del pranzo pasquale.

I social rappresentano poi uno strumento valido anche per soddisfare e coinvolgere gli utenti che hanno già prenotato, ad esempio invitandoli a postare una delle foto del loro soggiorno sulla vostra pagina, oppure invitandoli a mettere un like in cambio di un piccolo omaggio  come nell’esempio che segue.

Il gadget consisteva in una specialità gastronomica legata alla Pasqua e lo stesso invito era rivolto agli ospiti presenti in struttura tramite un bigliettino cartaceo fatto trovare in camera al momento opportuno.

Questo tipo di azione che coniuga azione online e azione off line ha consentito all’hotel di Forio (Ischia) di ottenere aumento del 600% dei “mi piace” sulla pagina nei giorni della campagna (16/ 17 aprile)  rispetto al periodo precedente.