Sapete tutti cos’è il Prenota Prima? Ma certo! Si tratta di una percentuale di sconto aggiuntiva che viene applicata dall’hotel sul costo totale del soggiorno a patto che l’ospite prenoti almeno con un certo periodo di anticipo rispetto alla data della vacanza.

L’obiettivo principale dell’offerta Prenota Prima, come nel caso di tutti gli altri sconti ed offerte, è quello di attirare il maggior numero di clienti incrementando così le prenotazioni; secondo un’ottica revenue un’operazione del genere è finalizzata prima di tutto a limitare l’uso di tariffe ribassate sotto data, quando, soprattutto in caso di ponti e festività, vi sono molte più persone disposte a pagare di più pur di non rinunciare alla vacanza.

Tuttavia, dato che vendere le camere del vostro hotel con sconti esagerati, incide in modo significativo sul vostro fatturato (e in alcuni casi anche sulla vostra brand reputation) è molto importante che l’incentivo del Prenota Prima sia utilizzato in modo molto corretto. Ecco allora nei paragrafi che seguono 6 consigli utili per far funzionare il Prenota Prima.

1 Fare dei test iniziali

Ogni volta che volete implementare una nuova strategia di vendita, soprattutto se basata su un sconto prolungato come nel caso del Prenota Prima, è necessario fare alcuni test preliminari per comprendere quanto essa possa funzionare.

Un modo, ad esempio per comprendere quanto il vostro target possa essere suscettibile ad un taglio prezzo consiste nel fare delle offerte lampo sul vostro sito della durata di 24/ 48 ore, oppure di stabilire una tariffa Prenota Prima solo per un arco temporale prestabilito (ad esempio non oltre una certa data) per verificare l’effetto che essa ha sui voostri utenti. Qualora, dall’analisi dei dati, dovreste osservare un effettivo incremento delle prenotazioni, non riconducibile ad altri fattori, è probabilmente il caso d formulare uno sconto Prenota Prima per tutta la stagione.

2 Inviare una Newsletter

Una volta che avrete elaborato la vostra offerta dovrete iniziare a comunicarla: ma a chi? I primi a dover essere informati sono naturalmente i vostri ospiti abituali, ma come? In questo caso lo strumento migliore, soprattutto se possedete una mailing list di contatti ampia e fatta bene, è quello della Newsletter. Attenzione però a curare al massimo ogni dettaglio della comunicazione, usando immagini invitanti, una grafica piacevole e includendo i link necessari per aderire subito all’offerta.

3 Realizzare una Landing Page

Una Landing Page, o pagina di destinazione, non è altro che una pagina web del vostro sito utilizzata per far atterrare sulle vostre pagine tutti coloro che cliccano sul link della vostra offerta nella Newsletter, su un banner o altri contenuti a scopo pubblicitario. Per essere davvero efficace essa dovrà rispondere ad alcune caratteristiche, come ad esempio contenere dei link alle singole offerte, tutte le informazioni necessarie per aderire e soprattutto un chiaro, inequivocabile invito all’azione.

4 Pubblicizzare le vostre offerte

Con la Newsletter riuscirete a raggiungere tutti coloro la cui e-mail è già inclusa nel vostro database di contatti. Tuttavia, se il vostro obiettivo è quello di spingere il piede sul pedale dell’acceleratore delle prenotazioni, questo potrebbe non essere sufficiente: sarà quindi necessario raggiungere con la vostra offerta il maggior numero di persone. E allora che fare? Il web si rivela in questo caso un fedele alleato: potreste fare una campagna su Google Adwords per portare più traffico alla vostra landing, oppure puntare su campagne sponsorizzate sui social media.

Più strumenti utilizzerete, più le vostre chance di aumentare il numero delle prenotazioni aumenteranno, a patto ovviamente di individuare bene il vostro target. Mostrando ad esempio il vostro annuncio solo a persone che già hanno visitato il vostro sito, come nel caso delle campagne di re- marketing, avrete più possibilità di trovare utenti interessati, aumentando il tasso di conversione ed il ROI della vostra campagna.

5 Rendere i vostri contenuti online mobile friendly

Come evidenziato in uno dei post precedenti dal titolo “Come usare il Mobile Marketing per promuovere il tuo hotel” , sono sempre di più le persone che fruiscono di contenuti web, fanno acquisti o prenotano una camera in hotel tramite il tablet o lo smartphone. È dunque molto importante che sia la landing sia il vostro sito siano ottimizzati per lo schermo verticale del telefonino: indubbiamente questo favorisce anche le prenotazioni, perché, anche qualora un utente dovesse atterrare su una delle vostre offerte da mobile, trovandosi di fronte dei contenuti poco fruibili questo sarebbe già sufficiente per distoglierlo dall’andare avanti a prenotare.

Notando, ad esempio, che buona parte del traffico in entrata alla vostra offerta Prenota Prima proviene da cellulari, potreste anche pensare di aggiungere come invito all’azione la dicitura “Chiama” in modo che con un solo clic chi naviga possa mettersi in contatto con voi telefonicamente per ricevere più informazioni o prenotare.

6 Arricchire di valore il Prenota Prima

Riconoscere uno sconto a chi prenota prima è una leva che il più delle volte funziona, a patto però che l’offerta sia costruita a partire dai reali bisogni e interessi dei propri ospiti. Prima di pubblicare la promozione è dunque importante conoscere cosa si aspettano di più i vostri clienti e cosa potreste dare loro per incentivarli a prenotare da voi. Ad esempio, se le famiglie con bambini rientrano nel vostro target, insieme al Prenota Prima potreste includere qualche servizio extra come culla o lettino gratis. Oppure, se ad esempio il vostro hotel fornisce un servizio navetta per le spiagge vicine o l’aeroporto, potreste inserirlo come servizio aggiuntivo gratuito all’interno del vostro pacchetto.

Come abbiamo scritto in altri post, una cosa è il prezzo che date alle vostre camere, un’altra è il valore che gli stessi ospiti assegnano alla vostra struttura sulla base della qualità del soggiorno e dei servizi che offrite. E nella maggior parte dei casi non è tanto un prezzo conveniente o uno sconto particolare a convincere un utente indeciso quanto piuttosto il valore che egli assegna alla vostra struttura.