Aumentare giorno dopo giorno la visibilità del proprio hotel, o quella del proprio brand, senza dover per forza pagare per riuscirci: è o non è il sogno di ogni albergatore? Allora vi diamo una dritta: la crescita esponenziale delle fanpage, o pagine aziendali, su  Facebook è legata proprio a questo. La possibilità di pubblicare contenuti in modo gratuito che illustrino caratteristiche e servizi della vostra struttura, oppure alcuni aspetti interessanti della vostra destinazione, rappresenta un’opportunità talmente allettante che sarebbe davvero assurdo non sfruttare.

Tuttavia, prima di andare avanti, bisogna chiarire un punto: aprire una fanpage non è la soluzione a tutti i mali in quanto, di tutti i contenuti di testo e d’immagine pubblicati sul social media di Mark Zuckerberg, solo un misero 22% viene mostrato nel feed dei vostri utenti e, di prassi, i contenuti provenienti da profili privati sono privilegiati rispetto a quelli provenienti invece da pagine aziendali. Ciò detto, si comprenderà benissimo quanto possa essere difficile aumentare la copertura organica della propria pagina Facebook.

La soluzione? Indubbiamente, la prima che ci viene sulla punta della lingua è quella di destinare almeno un piccolo budget mensile nella realizzazione di campagne  a pagamento: aumentando, infatti, la vostra copertura tramite annunci sponsorizzati, riuscirete a raggiungere molte più persone aumentando così traffico e visibilità. Ciò detto, come abbiamo annunciato nel titolo qui sopra, in questo articolo parleremo solo di copertura organica, vale di come fare a raggiungere un numero sempre più elevato di persone senza dover per forza mettere mano al portafoglio: se l’argomento vi interessa e pensate  che la strategia di promozione della vostra pagina Facebook abbia bisogno di una bella rinfrescata, andate subito a leggere i 5 consigli di Hotelbrand su come aumentare la copertura organica della  vostra fanpage.

1  Pubblicate contenuti in linea con il vostro target

La prima cosa da fare per rendere più interessante agli occhi degli utenti la vostra pagina Facebook, facendo in modo che  essi continuino a seguirvi con costanza, consiste nel realizzare contenuti che possano interessare davvero il vostro target.

Il primo corollario di ciò è che per gestire in modo ottimale la vostra fanpage dovrete prima di tutto sapere a chi vi state rivolgendo, vale a dire quali sono le persone che volete coinvolgere attraverso i post, le immagini e i video che pubblicate: alcune informazioni le potrete attingere dai vostri gestionali, analizzando caratteristiche socio- demografiche e provenienza dei vostri ospiti, altre ancora arriveranno dal contatto diretto o dalle stesse conversazioni che intavolerete con loro su Facebook. Anche l’analisi dei dati insights della stessa pagina Facebook vi permetterà, man mano che andate avanti, di acquisire sempre maggiori informazioni su comportamenti, abitudini e preferenze della vostra community.

Questo significa, prima di tutto, che l’attenzione si dovrà spostare dai voi ai vostri ospiti, da quello che piace a voi, a quello che piace alle persone che solitamente prenotano da voi e/o che frequentano le vostre pagine social: tradotto in soldoni, non dovrete limitarvi ad usare la vostra pagine per lanciare offerte o annunci autoreferenziali, ma dovrete cercare di creare il più possibile contenuti che possano interessare le persone che volete andare a colpire.

2 Analizzate abitudini e comportamenti degli utenti

Questo secondo consiglio per aumentare la copertura organica della vostra pagina Facebook deriva, in realtà, dal primo: dato che dovrete conoscere tutto ma proprio tutto del vostro target, dovrete anche sapere quali sono i giorni in cui navigano di più e i momenti della giornata in cui sono più attivi su Facebook. Questi dati e molti altri ancora li potete estrapolare analizzando i vostri dati insights e vi serviranno prima di tutto per capire quali sono gli orari in cui è preferibile pubblicare le diverse tipologie di post che intendete mostrare ai vostri utenti.

Un altro aspetto che è importante prendere in considerazione sono proprio le tipologie di contenuto che gli utenti sembrano prediligere, vale a dire i tipi di post, un’ altra preziosissima informazione fornita dalla sezione insights: la lettura di questo dato permette di acquisire informazioni molto importanti circa le preferenze del vostro pubblico, avendo anche indicazioni su quale tipologia di contenuti sia maggiormente in grado di coinvolgere gli utenti e stimolare l’interazione.

3 Mettete un widget della pagina sul vostro sito

In generale tutte le imprese che hanno un sito, hotel compresi, mirano ad usare Facebook e in generale tutti i social per portare maggior traffico al proprio sito. Nulla toglie però che possa anche essere vero il contrario, soprattutto se avete un sito molto seguito e ben fatto, anche dal punto di vista della Serch Engine Optimization. Ecco che allora potrebbe essere utile mettere un widget della vostra pagina Facebook sul sito da cui sia possibile accedere direttamente alla fanpage. Se decidete di inserire il Page Plugin della vostra pagina, potrete anche scegliere se inserire solo la copertina oppure tutti i contenuti della pagina stessa, per dare loro ancora più risalto!

4 Menzionate pagine partner nei vostri post

Facebook permette di inserire all’interno delle pagine aziendali delle “menzioni”, vale a dire i nomi di altre pagine aziendali all’interno dei copy dei vostri post: i motivi per farlo sono molteplici, ma in primo luogo sappiate che questo vi consente di essere visibili ai fan di quelle pagine, dunque avrete molte più occasioni di aumentare in modo gratuito la vostra copertura.

Se pensate che per voi sia impossibile utilizzare questa strategia provate a fare mente locale: avete di recente promosso qualche azione di co-marketing con qualche azienda della vostra destinazione? Avete  stipulato una convenzione con una società esterna (ad esempio un teatro, un museo, uno stabilimento balneare) per aumentare il vostro carnet di servizi? Dato che mettendo nei vostri post il nome di queste società farete pubblicità anche a  loro nessuno avrà nulla da ridire se ricorrerete alle menzioni: se poi il vostro target corrispondesse a quello delle pagine partner menzionate è assai probabile che alla fine ne beneficerete entrambi!

5  Stimolate l’engagement con contenuti “coinvolgenti”

Anche a patto di aver elaborato un piano editoriale davvero in linea con interessi, abitudini e preferenze dei vostri utenti, non è certo facile mantenere vivo in modo costante il loro interesse! Di sicuro in questo senso lo strumento più efficace non è altro che..il contenuto del vostro post!

Stupiti di sapere che  anche per quello che riguarda i social “content is the king“? Probabilmente no, dato che, se siete dei fedelissimi del nostro blog, avrete già letto il post “8 idee per aggiornare i vostri contenuti social” in cui si sottolinea l’importanza di usare i contenuti giusti all’interno dei propri profili social .

Probabilmente ora  sarete curiosi di sapere quali sono le tipologie di contenuti che risultano più utili a stimolare coinvolgimento e interazione ? Bene, a dirla tutta una risposta univoca non esiste, dato che di norma il contenuto che stimola di più l’utente è proprio quello che l’utente stesso desidera!

Tuttavia ci sono alcune strategie che si possono usare per ottenere una maggiore interazione: questionari, domande, indovinelli, in generale tutti i contenuti aperti, che prevedono anche l’uso di immagini o video, e che invitano l’utente a rispondere o fare qualcosa. Anche l’uso di citazioni o la creazione di contenuti di immagine facilmente condivisibili risultano davvero utili a questo scopo dunque…. non esitate ad utilizzarli!